Ausencia – Capoverde

Questa canzone è stata composta da Goran Bregovic e cantata in lingua
capoverdiana da Cesária Évora .

La canzone è una “morna” , canzone tipica capoverdiana, piena di sentimenti di
malinconia e desiderio. I testi sono generalmente in Creolo Capoverdiano, vera
lingua di fusione e condivisione, una specie di Esperanto. Gli strumenti che di solito
interpretano questa musica sono il cavaquinho, il clarinetto, l’accordion, il violino, il
piano e la chitarra.

Già il tipo di strumenti che spaziano dal Brasile all’Europa, al Sud America ci fanno
capire quanto contaminata sia questa musica, Capo Verde come centro nevralgico
della musica Creola.

Se poi pensiamo che la canzone è stata composta da un autore balcanico,
riusciamo davvero a capire quanto universale sia il messaggio di questa canzone.
La “morna” come genere musicale ha generalmente una struttura armonica basata
sul circolo delle quinte, mentre la struttura del testo è organizzata in strofe musicali
alternate ad un ritornello. I temi trattati dalla “morna” sono quelli tipici ed universali
dell’amore, della partenza, del ritorno e della saudade, sentimento così caro alla
musica Brasiliana.

Testo tradotto in italiano

Se avessi ali
per volare a quella distanza
se fossi una gazzella
per correre senza fatica
Allora, al tuo fianco
vedrei l’alba
e “l’assenza mai piu’”
sarebbe il nostro lemma
Ma solo nei miei pensieri
io viaggio senza paura
ho la mia liberta’

solo nei miei sogni
nei miei sogni piu’ profondi
ho la tua protezione
il tuo amore
ed il tuo sorriso